Inaugurazione del cippo commemorativo in ricordo dell'incendio di Mačkolje-Caresana e la proiezione del documentario

Il giorno venerdì 24 febbraio, presso il Comune di San Dorligo della Valle - Dolina alle ore 17.00 si inaugurerà il cippo commemorativo in memoria dei paesi incendiati e ci sarà la proiezione del documentario »Burnt in memories/Vžgano v spominih« di Anja Medved e Nadja Velušček.

Si tratta delle ultime attività del progetto internazionale Burnt in Memories, che si avvicina in modo innovativo al tema finora trascurato dell'incendio dei paesi nell'area multietnica al confine tra l'Italia, la Slovenia e la Croazia. 

presso il Comune di San Dorligo della Valle - Dolina (Dolina, 270, 34018 San Dorligo della Valle - Dolina)

Venerdì 24 febbraio 2017 / alle ore 17.00

PROGRAMMA:

Discorsi introduttivi di Sandy Klun (Sindaco dei Comune di San Dorligo della Valle-Dolina), dr. Jože Pirjevec (ZRS Koper - Capodistria) e dr. Gašper Mithans (responsabile del progetto Burnt in memories / Vžgano v spominih, ZRS Koper - Capodistria), visione del documentario (con sottotitoli in italiano) e intervista con le autrici Nadja Velušček e Anja Medved

I cippi commemorativi, sistemati nei paesi di Šmarje, Miren presso Nova Gorica, Dolina in Italia e Žejane in Croazia, na Hrvaškem, rappresenteranno dei musei all'aperto definendo i luoghi della memoria e raccontando ai passanti la storia della vita dei paesani e delle paesane e in generale di tutto il territorio.

Il documentario »Burnt in memeories/Vžgano v spominih« della durata di 65 minuti rispecchia una ricerca audiovisuale sulla intensificazione della violenza in un'area multietnica al confine tra la la Slovenia, l'Italia e la Croazia durante la seconda guerra mondiale.

»C'era troppa violenza per poterla rappresentare in un unico film. È nato così un racconto documentato, che più che della guerra parla di sopravvivenza, di umanità che va oltre gli ambiti nazionali, di classe sociale e di religione. In questo periodo di crescita di populismi e nazionalismi, quando in una semplificazione generale sta diventando pericoloso credere di vivere in una società più evoluta, è importante dare ascolto ai sopravvissuti« così ha esposto il suo punto di vista Anja Medved, coautrice del film, prodotto dall'Istituto Kinoatelje di Gorizia (Italia).

INVITO: click

 

×

Log in